Il Cercatore

Nuotavo in una piscina d’aria

I miei passi incidevano il catrame

Le strade erano labirinti e

il Minotauro ero io.

 

La gente ha paura

mi evita e complotta.

L’ignoto fa paura,

la Verità va distrutta.

Il Minotauro era la Verità.

 

Ero un cercatore io,

camminavo per le strade

Cacciavo sguardi: occhi

che ti rendono nudo.

Il Minotauro era nudo.

 

Gli sguardi erano il mio cibo,

la mia droga, la mia preda.

Il Minotauro si voltava,

era inutile,

tutti fuggivano.

Il Minotauro era solo.

 

Nessuno aveva il coraggio,

quella forza di guardarsi dentro,

quel pudore di farsi pescare da me.

Il Minotauro era uno specchio.

 

Odio gli uomini

Amo l’Umanità.

 

In questo catrame vivono

solo anime spente, vivono

i morti

Il Minotauro era vivo.

 

Voleva solo il vostro bene,

ma si sa che il vero è una ciste:

dolorosa, è vero, ma se la

ignori vivi meglio.

Il Minotauro era il peggio.

 

Gli schiavi chiamarono il padrone,

il loro dio:

la menzogna vivente,

un uomo di fumo

Il Minotauro era un liberto.

 

Il capo si faceva chiamar Teseo,

mi guardò, esitò.

Vide di non avere un’anima,

ma non poteva contraddire sé stesso:

non poteva contraddire il fumo.

Il Minotauro era arrosto.

 

Lo accarezzai, lui pianse

Sapevo cosa stesse per fare,

ma il Cercatore lo aveva capito:

nessuno più voleva essere preda,

nessuno voleva pensare.

Il Minotauro era ispirazione.

 

Teseo guardò in basso,

vide il catrame che aveva lasciato,

preferì l’illusione, non poteva

veder sacrificare la sua speranza.

Il Minotauro era la speranza di tutti.

 

Ci abbracciammo e lui

Mi trafisse

I fantasmi esultarono,

voi esultaste.

 Il Minotauro era vivo

Il Minotauro ero io.

Il Minotauro era dio. 

 

Ora il Minotauro è morto,

il Minotauro non vi è più.

Ma voi potete trovarlo, perché

quando i morti si uccidono

ritornano vivi.

 

Il Minotauro è nel mondo dei vivi.

Non ha bisogno di cercare,

gli altri lo cercano.

Tu sei morto.

Il Minotauro è vivo.

Lupo Stefano   

   

Il Pensiero dalla strada

Una riflessione in merito alla natura del male

Cos’è la comunicazione?

Cosa vuol dire per te comunicare? Molti hanno la presunzione di spiegarsi bene, quando in realtà non sanno nemmeno cosa dicono. Quando una persona riesce a comunicare? Come fai a capire che il tuo messaggio ha centrato il bersaglio? Se non riesci a diffondere le tue idee cosi bene da essere compreso, come sarà possibile comprenderti?

Il concetto di Memorie Magnetiche di matrice Eterica con la loro influenza sull’Essere Umano all’interno della realtà Olografica

Siamo convinti che la realtà che viviamo non celi qualcosa di misterioso oltre? Incontrando qualche teoria scientifica e olistica si potrebbe scorgere al di là di ogni barriera.

Vorrei ricordare

Come le onde del mare, il tempo scandisce a ritmi più o meno regolari le nostre esistenze: uniche e indispensabili per noi, del tutto marginali per l’evoluzione dell’Uomo.

Cosa cambierà il mondo?

Abbiamo chiesto a Lupo Mario di rispondere alla domanda “Cosa cambierà il mondo?” nel suo podcast pubblico dal titolo “Tra filosofia e coaching”. Cosa avrà risposto? Scopriamolo insieme!

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

Non ti aprirò

Un viaggio fatto di voci, ricordi, odori nei meandri più profondi di sè, fino a giungere dinnanzi ad una porta: una chiusura che lascia aperte mille riflessioni

Ama

È quando c’è più bisogno di amore che occorre amare. In quel momento l’amore si moltiplica perché ha necessità di amare e farsi amare per imprimersi nel profondo.

Gesù: il primo coach moderno nella storia dell’umanità

La figura del coach sembra essere divenuta una moda, ma da dove trae le sue origini? Quali sono i parallelismi con il metodo socratico? E ancora: vi è un qualche collegamento tra Socrate e Gesù? Quest’ultimo è davvero esistito?

Penso

Sento che la nostra anima è qualcosa di meravigliosamente complessa.
Attenzione al tentativo di capirla, già di per sé, può essere un viaggio complesso ed entusiasmante. Amore e odio, il bianco ed il nero che convivono nell’entità dell’uomo.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!