La permanenza dell'Io

Una pubblicazione di Lupo Stefano

La permanenza dell’Io

Passo accanto ad una lastra.

L’ammiro, la esamino, la imprimo nella mia mente.

È così e basta.

Ma perché è così?

È lì come pietra inutile o serve a qualcosa? E se serve, qual è la sua funzione? Per chi, per cosa è lì?

E noi serviamo a qualcosa o siamo come quella lastra inerte?

Servire… Brutta parola.

Non bisogna avere per forza un’utilità, basta esistere.

E se l’esistenza fosse la ragion ultima della vita?

E se fosse il senso di tutto?

 

Vado e poi torno.

 

Ecco ancora quella lastra.

È lì, non si è mossa.

Ma è sempre la stessa?

E se fosse diversa?

Il sole l’ha illuminata, il vento l’ha scolpita.

Allora non è la stessa.

Anche se solo per un granello di materia, lei è diversa.

Non è la stessa lastra.

Le assomiglia, ma non lo è.

 

Tutto cambia.

 

E chi sono io?

Cambio sempre, ma sono io.

Le cellule cambiano, ma sono io.

Io chi?

Io, te.

Te, l’amore.

 

Siamo noi.

 

L’essere allora non è condizionato al mutamento.

Il pensiero lo è.

Noi no.

L’amore no.

Tutto cambia.

L’amore resta

Cresce

Evolve

Gioisce

Crea

Illumina

Vive

È

 

 Il nulla cambia.

Fuori è il nulla. 

Ma dentro:

 il tutto resta.

L’amore resta. 

L’amore è il tutto.

Lupo Stefano   

   

Cosa cambierà il mondo?

Abbiamo chiesto a Lupo Mario di rispondere alla domanda “Cosa cambierà il mondo?” nel suo podcast pubblico dal titolo “Tra filosofia e coaching”. Cosa avrà risposto? Scopriamolo insieme!

Sull’essenza dannata del ricercatore

Più si va avanti nella ricerca e più la consapevolezza dell’infelicità si fa chiara. “Perchè?”: è questa parola magica a segnare l’inizio di questo viaggio tra telos, istinti, felicità e ricerca.

Narc.iso

Narciso non è mai morto. Egli ha cambiato forma divenendo sempre più raffinato e irresistibile. È divenuto un programma invisibile, un file informatico: narc.iso. State attenti, o uomini, perché presto annegherete negli specchi neri dei vostri schermi tanto funzionali quanto inutili e schiavizzanti. Solo l’Arte può liberarci da questa catena soffocante. Diveniamo dunque Arte, insieme.

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

Gesù: il primo coach moderno nella storia dell’umanità

La figura del coach sembra essere divenuta una moda, ma da dove trae le sue origini? Quali sono i parallelismi con il metodo socratico? E ancora: vi è un qualche collegamento tra Socrate e Gesù? Quest’ultimo è davvero esistito?

Fiamma Ardente

Da bambini si è così spensierati che ci si riesce ad esprimere in maniera libera e autentica come non mai. Ecco un disegno dell’infanzia che ripercorre i ricordi del passato illustrando la fiamma che brilla dentro ognuno di noi!

Sulla schiavitù dell’umanità

Esiste il libero arbitrio? E se sì, qual è la sua portata? A queste domande hanno cercato una risposta innumerevoli Liberi Pensatori che sembrano non aver raggiunto una soluzione. Ecco esposta, in questa pubblicazione, una rivoluzionaria teoria che potrebbe segnare una svolta al problema del libero arbitrio. Sei pronto ad affrontare questo viaggio nel labirinto?

Storia di una lacrima

Una lacrima scendendo dolcemente lunga la guancia descrive il suo ineluttabile tragitto.

Il Cercatore

Conosci il Cercatore? Il vivo tra i morti, la luce nel buio. Egli ricercava disperatamente gli sguardi altrui, una qualche forma di riconoscenza, una prova di esistenza. Poi, un giorno, tutto cambiò. Il Cercatore, il Minotauro raggiunse la consapevolezza, la piena autenticità. Fu così che tramutò.

Non ti aprirò

Un viaggio fatto di voci, ricordi, odori nei meandri più profondi di sè, fino a giungere dinnanzi ad una porta: una chiusura che lascia aperte mille riflessioni

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!