Prendi per caso, fra le mani, quel pezzo di carta  che evoca un ricordo e che, a cascata, genera altri ricordi. Il cuore batte, batte intensamente, come uno scuro e cupo tamburo africano dalla pelle vecchia, stanca e un po’ rugosa. Sbriciolante.

La gola diventa pesante, secca. Per quanto cerchi di resistere, mordi le labbra rigirando la lingua che fa capolino per un attimo sotto il naso, pensi di non pensare, ti osi dimenticare, ma lei… 
Lei ti inganna e in un attimo le apri la via e fugge. Libera nel mondo, la sua vita sarà breve, ma non lo sa e quindi abbraccia il sole e urla al mondo il suo silenzio dove tutto dice e tutto nasconde, ma parla; parla solo a chi la può sentire. 
Quella lacrima adesso esiste. Eccome se esiste. Corre verso le labbra ancora bianche dal mordersi di vergogna e di timida compassione. 
Disegna sul volto la via della fragilità umana e torna, amara, scomparendo nell’io che l’ha generata. 
Quell’anima che tutto sa, che tutto diviene e di cui spesso ne dimentichi l’esistenza. 
In una goccia è nata, cresciuta e vissuta. 
Una intensa, breve, singolare, unica, irripetibile e indimenticabile… 
EMOZIONE. 

 

Lupo Donato

La permanenza dell’Io

Un flusso di coscienza ci porta in viaggio: dal tormentoso mare del “panta rei” eracliteo all’annichilimento dei sostrati dell’Io. Tutto ciò per arrivare nella pianura della nostra Coscienza intima: la nostra vera identità. Una poesia che segna l’atto primo di un Ricercatore del Tutto.

Un Folle

Chi può dire chi io sia se non io stesso!
Nel coraggio di vivere, è oggi la vera virtù.

Vuoti d’Aria

Un rapporto intimo tra corpo e natura, silenzi e colori

Cosa cambierà il mondo?

Abbiamo chiesto a Lupo Mario di rispondere alla domanda “Cosa cambierà il mondo?” nel suo podcast pubblico dal titolo “Tra filosofia e coaching”. Cosa avrà risposto? Scopriamolo insieme!

Vorrei ricordare

Come le onde del mare, il tempo scandisce a ritmi più o meno regolari le nostre esistenze: uniche e indispensabili per noi, del tutto marginali per l’evoluzione dell’Uomo.

Sul monopolio delle emozioni e sulle catene della volontà

Siamo in guerra. Una guerra invisibile per il dominio delle nostre emozioni. La nostra autentica personalità viene ogni giorno incatenata inconsapevolmente da noi stessi. La prima arma di difesa è la conoscenza. Ecco racchiusa in una sintetica ricerca italiana tutto ciò che c’è da sapere sul come evitare di rimanere delle macchine prima che sia troppo tardi.

Ama

È quando c’è più bisogno di amore che occorre amare. In quel momento l’amore si moltiplica perché ha necessità di amare e farsi amare per imprimersi nel profondo.

Narc.iso

Narciso non è mai morto. Egli ha cambiato forma divenendo sempre più raffinato e irresistibile. È divenuto un programma invisibile, un file informatico: narc.iso. State attenti, o uomini, perché presto annegherete negli specchi neri dei vostri schermi tanto funzionali quanto inutili e schiavizzanti. Solo l’Arte può liberarci da questa catena soffocante. Diveniamo dunque Arte, insieme.

Non ti aprirò

Un viaggio fatto di voci, ricordi, odori nei meandri più profondi di sè, fino a giungere dinnanzi ad una porta: una chiusura che lascia aperte mille riflessioni

L’anima perduta

Spesso abbiamo bisogno di soffrire per scoprire quanto è bello emozionarsi ed emozionare: vivere.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!