L'errore della soggettività

Una pubblicazione di Lupo Donato

L’errore della soggettività

Troppo spesso abbiamo pensato di essere indispensabili per il Mondo, per il vicino, per l’amico e spesso per un famigliare.
Ci abbiamo pensato con tanta passione che ci siamo abituati a pensarlo e, creata quest’abitudine, ce ne siamo convinti a tal punto che adesso crediamo sia vero.
Il nostro inconscio lavora e vive nella convinzione che solo la nostra opinione conta; e non solo per noi stessi, ma in modo oggettivamente corretto e indiscutibile.
Portiamo avanti le nostre illusioni nella realtà, nella convinzione che sia indiscutibilmente vera.
Maggiore sarà il delirio della nostra visione, tanto più sarà grande la delusione di scoprire l’esatto contrario. Non ci sarà salvezza nella scoperta dell’ oggettiva realtà, perché il tempo a nostra disposizione per rimediare e riprendere la giusta rotta, affinché la nostra nave possa approdare su terre sicure, è finito.
Il ricordo che lasceremo non sarà quindi lindo, inattaccabile, irto, o come noi lo abbiamo costruito, anzi di esso, in realtà, non sappiano nulla e nulla riusciremo ad immaginare perché “non è nostra abitudine” creare pensiero in senso diverso, tanto meno ne abbiamo l’abilità.

 

Lupo Donato

Forse

Nessuno sa dove andremo, soprattutto se aspetti che sia qualcuno a darti le indicazioni

Il Pensiero dalla strada

Una riflessione in merito alla natura del male

Poesia senza titolo per un amore non corrisposto

L’amore a volte strappa il titolo perfino ad una poesia. Ed essa rimane lì, inerte, sperando di essere riportata in vita da un lettore ignoto. Scopri l’emozione e resuscita l’amore perduto.

Rinascita

Una poesia di stile idillico in cui la Verità diviene amante carnale. Il confine tra morte e nascita si assottiglia tanto da far sovrapporre i due concetti. L’orgasmo della Verità distrugge le ombre e le mostra per ciò che sono davvero: una complementarietà nascosta, segreta.

Cos’è la comunicazione?

Cosa vuol dire per te comunicare? Molti hanno la presunzione di spiegarsi bene, quando in realtà non sanno nemmeno cosa dicono. Quando una persona riesce a comunicare? Come fai a capire che il tuo messaggio ha centrato il bersaglio? Se non riesci a diffondere le tue idee cosi bene da essere compreso, come sarà possibile comprenderti?

Sull’essenza dannata del ricercatore

Più si va avanti nella ricerca e più la consapevolezza dell’infelicità si fa chiara. “Perchè?”: è questa parola magica a segnare l’inizio di questo viaggio tra telos, istinti, felicità e ricerca.

I cinesi sono tutti uguali?

Ma i “cinesi” sono veramente tutti uguali? Esistono degli studi scientifici alla base di questo stereotipo?
Quali fenomeni sociali possono stare alla base dell’omologazione agli standard di bellezza? Scopriamolo insieme!

Un Folle

Chi può dire chi io sia se non io stesso!
Nel coraggio di vivere, è oggi la vera virtù.

Questo remoto attuale

Quando il passato si ripresenta nel presente, lo fa con un’attualità sconcertante. La dicotomia decade e gli errori del passato si ripresentano qui, ora. La ripresa di una poesia del passato ci ripropone un quesito eterno: cosa vuol dire evolversi?

Sui déjà vu e sul fenomeno della prescienza

Recenti ricerche hanno portato alla luce che il 60% della popolazione mondiale ha avuto un déjà vu almeno una volta nella propria vita. Ma cosa si nasconde dietro questo strano fenomeno? Per la prima volta in Italia ecco una ricerca completa ed esaustiva a riguardo. Sarai pronto ad affrontare questo percorso verso la “Verità”?

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!