Non ti aprirò

 

Straripa la tua voce

dalla cripta dei ricordi

e fumo di fantasma risale lungo il labirinto che porta al cuore.

Al ritmo di battiti stanchi

s’infrange feroce sulle pareti

del tempio sconsacrato di cui fu divinità e custode.

Non ti aprirò.

Come ghirlande d’incenso opprimente e sacro,

perseguitano la memoria i flash delle tue mani

che sfiorarono la mia strada.

Il tuo odore

mi si è annodato al cuore.

E non va più via

Non ti aprirò.

Ma tu non vai più via.

Lupo Raffaella

Sui déjà vu e sul fenomeno della prescienza

Recenti ricerche hanno portato alla luce che il 60% della popolazione mondiale ha avuto un déjà vu almeno una volta nella propria vita. Ma cosa si nasconde dietro questo strano fenomeno? Per la prima volta in Italia ecco una ricerca completa ed esaustiva a riguardo. Sarai pronto ad affrontare questo percorso verso la “Verità”?

Il Foglio Bianco

Abbiamo cambiato il foglio di carta con un foglio digitale. Pronto ad essere spento in un attimo e perduto per sempre.

Il Perseo Caduto

Un malinconico quanto affascinante epilogo dell’eroe greco che si trasforma in un nuovo inizio

Forse

Nessuno sa dove andremo, soprattutto se aspetti che sia qualcuno a darti le indicazioni

La Sirena e il Pescatore

Tra due figure si stabilisce un incontro illuminante dagli esiti inediti..

Vorrei ricordare

Come le onde del mare, il tempo scandisce a ritmi più o meno regolari le nostre esistenze: uniche e indispensabili per noi, del tutto marginali per l’evoluzione dell’Uomo.

Storia di una lacrima

Una lacrima scendendo dolcemente lunga la guancia descrive il suo ineluttabile tragitto.

Rinascita

Una poesia di stile idillico in cui la Verità diviene amante carnale. Il confine tra morte e nascita si assottiglia tanto da far sovrapporre i due concetti. L’orgasmo della Verità distrugge le ombre e le mostra per ciò che sono davvero: una complementarietà nascosta, segreta.

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

Narc.iso

Narciso non è mai morto. Egli ha cambiato forma divenendo sempre più raffinato e irresistibile. È divenuto un programma invisibile, un file informatico: narc.iso. State attenti, o uomini, perché presto annegherete negli specchi neri dei vostri schermi tanto funzionali quanto inutili e schiavizzanti. Solo l’Arte può liberarci da questa catena soffocante. Diveniamo dunque Arte, insieme.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!