Penso,
sento,

che la nostra anima è qualcosa di meravigliosamente complessa. In un momento gode nel vivere intensamente, gioisce delle emozioni positive che riceve dagli altri e che ad altri dona senza nulla a pretendere. Gioisce nel dare conforto e alleviare, dove può, qualche piccola sofferenza.

In altri momenti sembra perdersi nel silenzio. E più si perde nel silenzio della propria mente, tanto più ciò lo ama e ama perdersi in esso tanto da desiderare per sé tutto questo come l’unica realtà in cui è sua volontà perpetrare, consumare ed esistere.

Nel silenzio, che spesso silenzio non è, ma che appare come tale perché scava nel profondo del nostro io; e più scava tanto più scopre nuove realtà, emozioni ed Idee di cui ignorava d’ essere in possesso.
Amare l’infinito: amare il mistero che attorno ad esso persiste con l’intensità di chi osserva un monumento funebre bello, coperto da una coltre di domande senza risposte di argomenti a noi sconosciuti; ed ecco, in quel silenzio nascono e vivono le domande che più ci avvicinano al mondo che non c’è.
Chi sono? Dove andrò? Come lo farò! E sarà per sempre?! O magari sarà un tutt’uno senza ricordo e senza senno!

Forse tornerò, senza memoria, nella realtà mondana di qualcun’altro che già vive dentro di me e che forse già mi ha suggerito tutte le risposte.

Chi sono io? E cosa posso decidere in questa vita? Esiste già la mia strada? La mia percorrenza è scandita da ricordi e Déjà vu?

 

Lupo Donato

On mankind’s slavery

Does free will exist? If it does, what is its range? To all these questions, countless Free Thinkers searched for an answer, but it seems they reached no solution. Here it is, in this publication, a revolutionary theory that could mark a turning point on the problem of free will. Are you ready to face this journey through the maze?

L’errore della soggettività

Le cattive abitudini applicate alla Vita dell’inconscio.

Vuoti d’Aria

Un rapporto intimo tra corpo e natura, silenzi e colori

Cosa cambierà il mondo?

Abbiamo chiesto a Lupo Mario di rispondere alla domanda “Cosa cambierà il mondo?” nel suo podcast pubblico dal titolo “Tra filosofia e coaching”. Cosa avrà risposto? Scopriamolo insieme!

Sei

Come annegare in un oceano d’aria per provare a definire chi Sei

Storia di una lacrima

Una lacrima scendendo dolcemente lunga la guancia descrive il suo ineluttabile tragitto.

Il Perseo Caduto

Un malinconico quanto affascinante epilogo dell’eroe greco che si trasforma in un nuovo inizio

Sull’essenza dannata del ricercatore

Più si va avanti nella ricerca e più la consapevolezza dell’infelicità si fa chiara. “Perchè?”: è questa parola magica a segnare l’inizio di questo viaggio tra telos, istinti, felicità e ricerca.

La permanenza dell’Io

Un flusso di coscienza ci porta in viaggio: dal tormentoso mare del “panta rei” eracliteo all’annichilimento dei sostrati dell’Io. Tutto ciò per arrivare nella pianura della nostra Coscienza intima: la nostra vera identità. Una poesia che segna l’atto primo di un Ricercatore del Tutto.

Il concetto di Memorie Magnetiche di matrice Eterica con la loro influenza sull’Essere Umano all’interno della realtà Olografica

Siamo convinti che la realtà che viviamo non celi qualcosa di misterioso oltre? Incontrando qualche teoria scientifica e olistica si potrebbe scorgere al di là di ogni barriera.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!