Penso,
sento,

che la nostra anima è qualcosa di meravigliosamente complessa. In un momento gode nel vivere intensamente, gioisce delle emozioni positive che riceve dagli altri e che ad altri dona senza nulla a pretendere. Gioisce nel dare conforto e alleviare, dove può, qualche piccola sofferenza.

In altri momenti sembra perdersi nel silenzio. E più si perde nel silenzio della propria mente, tanto più ciò lo ama e ama perdersi in esso tanto da desiderare per sé tutto questo come l’unica realtà in cui è sua volontà perpetrare, consumare ed esistere.

Nel silenzio, che spesso silenzio non è, ma che appare come tale perché scava nel profondo del nostro io; e più scava tanto più scopre nuove realtà, emozioni ed Idee di cui ignorava d’ essere in possesso.
Amare l’infinito: amare il mistero che attorno ad esso persiste con l’intensità di chi osserva un monumento funebre bello, coperto da una coltre di domande senza risposte di argomenti a noi sconosciuti; ed ecco, in quel silenzio nascono e vivono le domande che più ci avvicinano al mondo che non c’è.
Chi sono? Dove andrò? Come lo farò! E sarà per sempre?! O magari sarà un tutt’uno senza ricordo e senza senno!

Forse tornerò, senza memoria, nella realtà mondana di qualcun’altro che già vive dentro di me e che forse già mi ha suggerito tutte le risposte.

Chi sono io? E cosa posso decidere in questa vita? Esiste già la mia strada? La mia percorrenza è scandita da ricordi e Déjà vu?

 

Lupo Donato

Il Foglio Bianco

Abbiamo cambiato il foglio di carta con un foglio digitale. Pronto ad essere spento in un attimo e perduto per sempre.

Sul monopolio delle emozioni e sulle catene della volontà

Siamo in guerra. Una guerra invisibile per il dominio delle nostre emozioni. La nostra autentica personalità viene ogni giorno incatenata inconsapevolmente da noi stessi. La prima arma di difesa è la conoscenza. Ecco racchiusa in una sintetica ricerca italiana tutto ciò che c’è da sapere sul come evitare di rimanere delle macchine prima che sia troppo tardi.

Il Cercatore

Conosci il Cercatore? Il vivo tra i morti, la luce nel buio. Egli ricercava disperatamente gli sguardi altrui, una qualche forma di riconoscenza, una prova di esistenza. Poi, un giorno, tutto cambiò. Il Cercatore, il Minotauro raggiunse la consapevolezza, la piena autenticità. Fu così che tramutò.

Il concetto di Memorie Magnetiche di matrice Eterica con la loro influenza sull’Essere Umano all’interno della realtà Olografica

Siamo convinti che la realtà che viviamo non celi qualcosa di misterioso oltre? Incontrando qualche teoria scientifica e olistica si potrebbe scorgere al di là di ogni barriera.

Gesù: il primo coach moderno nella storia dell’umanità

La figura del coach sembra essere divenuta una moda, ma da dove trae le sue origini? Quali sono i parallelismi con il metodo socratico? E ancora: vi è un qualche collegamento tra Socrate e Gesù? Quest’ultimo è davvero esistito?

Gattamorta

Gattamorta Lasciatela dormire. È sazia, non ha fame di giochi né di caccia. Sopito il desiderio.   Come acqua stagnante, spuma di cascata che a fine corsa riposa, sazia di affanno, paga di viaggio compiuto, è il suo dormire.   Portoni schiusi verso...

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

Storia di una lacrima

Una lacrima scendendo dolcemente lunga la guancia descrive il suo ineluttabile tragitto.

Il giorno in cui l’uomo contradisse se stesso

La nostra percezione è basata sulla dualità: qualcosa è o non è. Aristotele denominò questo principio logico “principio di non contraddizione” e noi uomini lo abbiamo posto come fondamenta per il nostro edificio del sapere. Tremiamo, dunque, perché la dualità così come la concepiamo logicamente è giunta alla sua estinzione. Un breve scritto giovanile stilato per un concorso alla Scuola Normale Superiore di Pisa che dà uno spiraglio di luce ad una teoria scientifica sul concetto di “anima”.

Penso

Sento che la nostra anima è qualcosa di meravigliosamente complessa.
Attenzione al tentativo di capirla, già di per sé, può essere un viaggio complesso ed entusiasmante. Amore e odio, il bianco ed il nero che convivono nell’entità dell’uomo.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!