Sei

 

Sei la fame d’aria,

il precipizio nel respiro,

battito che salta

toglie il fiato

atterra

buca il cuore.

Insaziabile crepaccio fetale

che inghiotte

ogni pensiero orfano di bianco.

Sei il blu che affoga le ossa

nelle notti matrigne a cui imploro silenzio.

Boccata e vuoto d’aria

di tuffo interminabile.

Sei il vento che accarezza frena e gela ogni bracciata.

Lo scoglio assolato e scivoloso

a cui aggrappo i sospiri esausti.

Sei eco di fondale

nella lotta fra veglia e sonno

sordo vortice in cui precipita,

stonando, il canto dell’acqua.

Densa spirale di illusione, digiuna contorsione di serpente

risveglio inconsolabile che frantuma ogni sentiero

leggero di sogno.

Miraggio traditore di ipnotiche carezze

Acquolina infranta

di mani che mi vestono di frammenti d’amore,

coriandoli di copione di un’altra me.

Lupo Raffaella

I cinesi sono tutti uguali?

Ma i “cinesi” sono veramente tutti uguali? Esistono degli studi scientifici alla base di questo stereotipo? Quali fenomeni sociali possono stare alla base dell’omologazione agli standard di bellezza? Scopriamolo insieme!

Il giorno in cui l’uomo contradisse se stesso

La nostra percezione è basata sulla dualità: qualcosa è o non è. Aristotele denominò questo principio logico “principio di non contraddizione” e noi uomini lo abbiamo posto come fondamenta per il nostro edificio del sapere. Tremiamo, dunque, perché la dualità così come la concepiamo logicamente è giunta alla sua estinzione. Un breve scritto giovanile stilato per un concorso alla Scuola Normale Superiore di Pisa che dà uno spiraglio di luce ad una teoria scientifica sul concetto di “anima”.

Narc.iso

Narciso non è mai morto. Egli ha cambiato forma divenendo sempre più raffinato e irresistibile. È divenuto un programma invisibile, un file informatico: narc.iso. State attenti, o uomini, perché presto annegherete negli specchi neri dei vostri schermi tanto funzionali quanto inutili e schiavizzanti. Solo l’Arte può liberarci da questa catena soffocante. Diveniamo dunque Arte, insieme.

Cosa cambierà il mondo?

Abbiamo chiesto a Lupo Mario di rispondere alla domanda “Cosa cambierà il mondo?” nel suo podcast pubblico dal titolo “Tra filosofia e coaching”. Cosa avrà risposto? Scopriamolo insieme!

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

La Sirena e il Pescatore

Tra due figure si stabilisce un incontro illuminante dagli esiti inediti..

Il Perseo Caduto

Un malinconico quanto affascinante epilogo dell’eroe greco che si trasforma in un nuovo inizio

Il Pensiero dalla strada

Una riflessione in merito alla natura del male

L’arte in quanto tale

Cosa rimane dell’arte quando scaviamo oltre la superficie di un quadro? Cos’è l’essenza che rende l’arte tale?

La permanenza dell’Io

Un flusso di coscienza ci porta in viaggio: dal tormentoso mare del “panta rei” eracliteo all’annichilimento dei sostrati dell’Io. Tutto ciò per arrivare nella pianura della nostra Coscienza intima: la nostra vera identità. Una poesia che segna l’atto primo di un Ricercatore del Tutto.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!