Swarovski

 

Nel castello di cristallo di Boemia l’attore vampiro

ruba gocce di rubino al padrone di casa

per la sua Bella.

La Bestia festeggia finalmente sola.

Piange innanzi a un pubblico di marionette ammaestrate

una figlia che al suo amore preferì tuffarsi

agonizzante d’amore malato

verso una croce piantata in mezzo a due ulivi

per donarsi alla Passione sul Monte di Venere.

Il dio denaro tesse trappole

 di peccati a casaccio

sui sette colli della capitale.

Fra la banca e l’ambasciata.

volteggia dall’amo un’esca:

la banconota bigattina che nessuno verrà a reclamare.

Il pescatore immigrato lancia maledizioni

in aramaico antico a un negro e una cassiera

per cui troppe parole sono già state sprecate.

Nascosta dietro la parannanza schizzata di sangue

lancia a cani randagi fegato e uova abortite.

 Con un coltello d’acciaio affilato e sacro

sventra squali e storioni al mercato del pesce.

Pulisce le mani sul grembiule.

Dalla bisaccia estrae la testa di Oloferne.

La sistema sul ghiaccio fra il merluzzo e il capitone.

 All’orizzonte una badante peruviana porta un vecchio al guinzaglio.

Una zingarella sente profumo di bottino

e si ferma a elemosinare un po’ di spicci.

La puttana la squadra dall’alto verso il basso.

Indietreggia.

La frangetta unta della bimba

repelle mosche e sanguisughe

e le spinge verso obiettivi più consoni.

Un rumore d’argento le distrae le manine ladre.

A terra, sul sentiero,

rotolato da una carrozza di zucca a mezzanotte

c’è un ciondolo di cristallo.

E’ già il tramonto.

Il pescatore sorride.

 

Lupo Raffaella

Rinascita

Una poesia di stile idillico in cui la Verità diviene amante carnale. Il confine tra morte e nascita si assottiglia tanto da far sovrapporre i due concetti. L’orgasmo della Verità distrugge le ombre e le mostra per ciò che sono davvero: una complementarietà nascosta, segreta.

Perché scrivere?

Quante volte hai sentito la necessità di buttare fuori in qualche modo quel groviglio di emozioni e stimoli che ti tieni dentro?
Ognuno di noi ha bisogno di dar sfogo al proprio impulso creativo, ma in che modo farlo?
Vale davvero la pena condividere con gli altri quello che abbiamo “creato”?

L’arte in quanto tale

Cosa rimane dell’arte quando scaviamo oltre la superficie di un quadro? Cos’è l’essenza che rende l’arte tale?

Cos’è la comunicazione?

Cosa vuol dire per te comunicare? Molti hanno la presunzione di spiegarsi bene, quando in realtà non sanno nemmeno cosa dicono. Quando una persona riesce a comunicare? Come fai a capire che il tuo messaggio ha centrato il bersaglio? Se non riesci a diffondere le tue idee cosi bene da essere compreso, come sarà possibile comprenderti?

L’attesa nella malinconia

Cos’è l’attesa se essa è accompagnata dalla malinconia?

Angeles

Un canto di rivalsa contro la deturpazione

Tra verità ed illusione

Ti sei mai chiesto se quello che vivi è la verità di ciò che sei o è semplicemente quello che tu vuoi credere?

Non ti aprirò

Un viaggio fatto di voci, ricordi, odori nei meandri più profondi di sè, fino a giungere dinnanzi ad una porta: una chiusura che lascia aperte mille riflessioni

Gesù: il primo coach moderno nella storia dell’umanità

La figura del coach sembra essere divenuta una moda, ma da dove trae le sue origini? Quali sono i parallelismi con il metodo socratico? E ancora: vi è un qualche collegamento tra Socrate e Gesù? Quest’ultimo è davvero esistito?

L’anima perduta

Spesso abbiamo bisogno di soffrire per scoprire quanto è bello emozionarsi ed emozionare: vivere.

>
error: Attenzione: Il contenuto è protetto da copyright!